Alberto Biffi è uno dei primi “allenatori della mente” in Italia, svolge l’attività a livello professionale dal 2013. Secondo lui, il percorso di crescita di una persona, di un atleta, di un professionista o di una squadra o di un Team, passa dalla consapevolezza e questa va allenata a livello mentale.

Lavorare in ambito sportivo, seguendo i grandi campioni, significa anche coinvolgere la loro mentalità e psicologia. Questo è il ruolo dei mental trainer, gli allenatori della mente che sempre più spesso sono alleati fondamentali per arrivare a raggiungere traguardi importanti. Alberto Biffi è stato uno dei primi mental trainer in Italia, dopo aver ottenuto la qualifica grazie a corsi specialistici in Usa. Oggi segue diversi progetti in ambito di mental coaching, non solo sportivo, e applica questi insegnamenti con tutti i suoi clienti, dai singoli atleti alle squadre.

“La mia attenzione nel fare il mental trainer è quella che mi permette di fare il lavoro che mi piace in diversi contesti, aiutando le persone ad acquistare la giusta responsabilità che in termine tecnico vuol dire raggiungere obiettivi ecologici. Faccio un esempio, si parla tanto di insoddisfazione nel lavoro. Un mio cliente, spinto da ciò, aveva abbandonato il resto per raggiungere un nuovo posto di lavoro. Dopo alcuni mesi, grazie al suo percorso di crescita fatto insieme, ha raggiunto il suo nuovo lavoro, ma con una consapevolezza diversa e soprattutto sostenibile.”

“Ci sono lavori ormai fuori mercato, ci sono lavori che si stanno innovando e ci sono nuovi lavori. Il mental trainer fa parte di questa ultima categoria e tra le sue competenze porta le persone ad apprezzare il presente e a costruire un futuro sostenibile, sia a livello individuale che di team. Dico questo perché la nostra società vive di individualismo che può star bene per alcune cose, ma per raggiungere grandi obiettivi la partecipazione e la condivisione con altri è fondamentale. Ecco, il mental trainer fa “riscoprire” nelle persone questo valore.”

Alberto Biffi è Contract Professor presso Università Bocconi a Milano, Statistica, Metodi Quantitativi per le Decisioni Manageriali e Università Bicocca a Milano, Marketing Comunicazione e Mercati Globali. È un allenatore nazionale di pallavolo dal 2004 e di Beach Volley dal 2012. Alberto ha più di 20 anni di esperienza in attività sportive e manifestazioni sportive. Ha una varietà di esperienze applicate di lavoro con i singoli atleti, squadre e genitori sulla formazione mentale e miglioramento delle prestazioni sportive. In particolare segue allenatori, atleti e genitori di diverse discipline sportive come pallavolo, pallacanestro, beach volley, badminton, rugby, atletica, sollevamento pesi, tennis, equitazione, personal training, maratona, calcio, body building, Tiro al piattelo, dog obbedience e il nuoto. Come Mental Trainer segue all’interno del Bocconi Sport Team gli allenatori della Pallavolo. Alberto Biffi è stato premiato come miglior Coach Sportivo per l’anno 2014 dall’autorevole Italian Sports Awards-ISA.

 

Amanda Gesualdi, in passato atleta professionista di tennis ed attualmente Presidente della Accademia Sport Olistico®, Scuola di Tennis, Sport, Discipline Bio Naturali. L’unione di sport e spirito nasce proprio dall’incessante ricerca di trovare più umanità e arte nell’esprimere se stessi attraverso lo sport anche nelle sue forme più competitive. Da qui la lotta contro il doping ed una proposta di sport “sano” a tutti i livelli. Il lavoro di ricerca continua nell’esplorazione dell’animo e dell’anima, attingendo ad un pozzo di potenzialità enormi. Portatrice di una filosofia innovativa, quella dello Sport Olistico®, e di un modo di accedere alla “mente”, rispettandone le leggi inconsce ed immateriali.

Quando si parla di Mente, spesso si cela una gran confusione. Molti addetti ai lavori, parliamo in questo caso di Mental Coach, si muovono utilizzando varie tecniche senza sapere esattamente quale sia l’area di intervento. Per lavorare con coscienza e professionalità, il Coach o il Mental Coach deve lavorare su se stesso, risolvere i propri traumi e ripulirsi il più possibile, in modo da non creare interferenze o limiti alle capacità mentali del proprio atleta. L’Inconscio è molto potente e far finta che non esista può creare solo danni nella persona.”

Anche la scrittura per Amanda è la possibilità di comunicare una diversa via, un cambiamento nello scegliere se stessi attraverso un lavoro di introspezione e meditazione, lasciando la strada dell’ego proposta continuamente e sempre più violentemente dai mass media. Scrive un primo libro di poesie nel 2006 “Musica tra le note”, per poi continuare con “L’Atleta Zen” nel 2007, un racconto metaforico “La Sacerdotessa e lo Shogun” sempre nel 2007, la seconda edizione de “L’Atleta Zen” nel 2010, “L’Atleta Zen” Volume II sempre nel 2010, poesia e metafora con “X” nel 2011, “Tennis Olistico” nel 2011, “Emotions” nel 2015, “21” (poesie) e “Coaching Sense” nel 2019. Dal 2005 ad oggi ha tenuto diverse Conferenze portando come oggetto il tema proposto nei suoi libri.

Dott.ssa in Scienze e Tecniche Psicologiche Applicate. Professional Coach S.I.L.C. (Scuola Italiana di Life Coaching). International Tennis Coach GPTCA (Global Professional Tennis Coach Association). Membro del Comitato Scientifico ISMCA (International Sport Mental Coach Association). Life & Sport Coach di atleti di livello nazionale e internazionale in varie discipline sportive e non. Mental & Tennis Coach di Bocconi Sport Team, società che gestisce le attività sportive dell’Università Bocconi di Milano. Direttrice Tecnica e Sportiva dell’Accademia Sport e Tennis Olistico®. Esperienze come atleta sia a livello nazionale che internazionale (Tennis). Kinesiologa specializzata in Cyberkinetics®. Maestro di Reiki secondo il Metodo Usui. Formatrice in Corsi Professionali per Mental Coach, Insegnanti di Tennis Olistico®, Educatori Sportivi Olistici®, Educatori Olistici. 

 

Translate »